teatro greco taormina1

Taormina

Adagiata su una terrazza in alto sul Monte Tauro, a dominio di due vastissime e magnifiche baie, Taormina è la località di villeggiatura più famosa e più raffinata della Sicilia. Benché Taormina non abbia una spiaggia le incantevoli rovine del Teatro Greco e la straordinaria bellezza del sito arricchiscono lo splendido paesaggio: le rocce e il mare, la rigogliosa vegetazione, la varietà e lo splendido contrasto di colori formano uno scenario naturale unico e meraviglioso.

Amata da decenni da scrittori, artisti e celebrità, l’intera città è consacrata al turismo internazionale d’élite che ne affolla le strade da aprile a ottobre e da cui dipende quasi interamente. Fra i numerosi viaggiatori che si infatuarono di Taormina, i due nomi più citati sono Goethe e D.H. Lawrence; quest’ultimo si innamorò a tal punto della posizione e del clima della città che vi si stabilì dal 1920 al 1923, in una villa in cima alla fenditura della valle dietro il teatro.

Taormina conserva ancora il suo aspetto tardomedievale. La strada principale pedonale è una fila ininterrotta d’intime piazze e di palazzi del XV-XIX secolo, Taormina vanta anche un castello pittorescamente in rovina e file su file di balconi fioriti.

In zona è possibile intraprendere diverse belle camminate, fra cui una gita al vicino paese Castelmola, visitato da numerosi turisti per gli stupendi scorci panoramici che si ammirano in tutte le direzioni. Molto frequentate per tutta l’estate sono le bellissime spiagge che costellano il litorale sotto Taormina.

Informazioni

La stazione ferroviaria si trova ai piedi del Monte Tauro, percorrendo via Luigi Pirandello si raggiungeranno le porte della città vecchia e Corso Umberto I, che attraversa la città.

Che cosa vedere

Teatro greco

Il monumento più celebre di Taormina è sicuramente l’incantevole Teatro Greco. Questo perfetto teatro a ferro di cavallo, sospeso tra il mare e il cielo, fu costruito nel III secolo a.C. e vanta di una posizione scenografica: è sicuramente il più suggestivo fra i teatri di epoca ellenistica.
I greci sfruttarono al meglio il declivio naturale della collina e la vista mozzafiato dell’Etna e della Baia di Schisò, ma nel I secolo d.C. i romani rimaneggiarono il teatro.

Nel XII secolo la famiglia di Costanza d’Aragona si innamorò del luogo e fece costruire una villa sopra parte del teatro. Il tempo ha cancellato molte di queste alterazioni rivelando nuovamente lo straordinario panorama. In estate il festival ospita Taormina Arte, un importante festival internazionale delle arti.

Corso Umberto I

Una delle maggiori delle maggiori delizie di Taormina è la passeggiata lungo la stretta via principale di epoca medievale, curiosando tra negozio d’antiquariato e d’artigianato, gastronomiche e boutique di alta moda.

Villa Comunale

Per allontanarsi dalla confusione, si può scendere al Parco Duca di Cesarò, comunemente chiamata Villa Comunale. I giardini furono creati da Lady Florence Trevelyan Cacciola che lasciò l’Inghilterra in disgrazia dopo aver avuta una relazione con Edoardo VII. Oggi sono tra i giardini pubblici più belli della Sicilia, pieni di magnolie, ibischi, bungavillee, cactus e cipressi.

Isola Bella

Baia con al centro l’Isola Bella, scoglio celebre in tutto il mondo. Tra i muretti dell’isola vive una rarissima lucertola, Podarcis sicula medemi, all’ombra della macchia mediterranea, che si alterna a specie esotiche, inserite in passato da privati che sull’isola costruirono la loro dimora.

A Capo Sant’Andrea nidificano il Falco pellegrino e il Gheppio e tra le sue rocce si apre la suggestiva Grotta Azzurra. Dal 2000, è attivo il servizio di visite guidate dell’isola e migliaia sono i visitatori che attraversano, spesso a piedi nudi a causa dell’alta marea, l’istmo di ghiaia e ciottoli, che la collega alla terraferma.

I fondali della baia sono meta privilegiata dei diving centers della zona: pesci e molluschi, labridi e corvine spadroneggiano indisturbate tra le praterie di Posidonia oceanica.

Una minuscola isola situata in un’insenatura incantevole. Può essere raggiunta a piedi in pochi minuti ma è molto più divertente noleggiare un barchino a Mazzarò e remare intorno a Capo Sant’Andrea.

Isola Bella fu acquistata da Florence Trevelyan per 5000 lire, sull’isola c’è la sua casa. Oggi è gestita come riserva naturale dal WWF e la sua base scosesa invita allo snorkeling.

Feste e manifestazioni

Raduno del Costume e del Carretto Siciliano: una sfilata di tradizionali carretti siciliani ed esibizioni di gruppi folkloristici. Di solito si svolge in autunno.

Taormina Arte: cinema, teatro, musica e una lista impressionante di nomi internazionali. Si svolge in luglio e agosto.

Shopping

Taormina è un vero paradiso per gli amanti dello shopping, piena di negozi che vendono ceramiche di ottima fattura, merletti e tovaglie di lino, mobili antichi e gioielli. Corso Umberto I ospita i negozi migliori; via Teatro Greco è tendenzialmente più turistica, anche se ci sono alcune gastronomie che propongono prodotti da gourmet. A Taormina i negozi rimangono aperti fino a tardi e spesso offrono il servizio di imballaggio e spedizione a domicilio.