Il naturalista

PubblicitÓ

L'entroterra tra le montagne

RuscelloL’entroterra siciliano, lontano dalle torride spiagge e dai siti archeologici sparsi lungo la costa, offre forse l’aspetto più autentico di questa terra. Inoltre le montagne dell’isola, che possiedono una bellezza aspra e selvaggia, danno la possibilità di cogliere aspetti paesaggistici unici.
Da Palermo dirigetevi a Cefalù, famosa per il suo duomo arabo- normanno e le spiagge affollate.
Da qui potete effettuare la magnifica escursione a piedi al Santuario di Gibilmanna, da cui si apre uno splendido panorama che abbraccia l’intera catena delle Madonie.
Da Cefalù puntate verso il cuore del Parco Naturale Regionale delle Madonie. Caratterizzato da una straordinaria campagna ricca di boschi, il parco è solcato da una fitta rete di sentieri ben segnalati.
PromontorioPetralia Soprana, una graziosa cittadina appollaiata sulla cima di un’altura, è la base ideale per le escursioni.
Proseguendo verso est in direzione di Gangi e Sperlinga, dove si trovano alcune grotte preistoriche, e raggiungete la torrida Enna. Godetevi la deliziosa atmosfera del centro medievale ancora perfettamente conservato passeggiando lungo le mura dalle poderose fortificazioni del Castello di Lombardia.
Con una breve corsa in autobus potete raggiungere la Villa Romana del Casale. Situata nei pressi di Piazza Armerina, questa villa del IV , famosa per il suo magnifici mosaici, rappresenta la più importante testimonianza della civiltà romana in Sicilia.
L’itinerario termina a Catania, chi lo desidera può raggiungere le pendici dell’Etna e affrontare la faticosa salita a piedi ai crateri principali per ammirare le vedute più ampie e spettacolari di tutta l’isola.

 Santuario di Gibilmanna

Gibilmanna

Il santuario è meta di pellegrinaggi che culminano con la festa dell’8 settembre ma anche durante tutta l’estate la zona è frequentata da molte persone che fanno picnic sotto i cipressi o ammirano dal belvedere il superbo panorama che spazia dall’entroterra montuoso e dalle vallate verdeggianti fino al Tirreno.

Visita la città...

 

 Cefalù

Cefalu'Questa pittoresca cittadina occupa ogni centimetro disponibile di un piccolo, stupendo promontorio ai piedi di un’enorme rupe minacciosa, La Rocca.
Qui nel 1131 Ruggero II fece edificare una possente cattedrale che domina ancora l’orizzonte e il profilo della città: le grandi torri gemelle della facciata si ergono sopra i tetti piatti del quartiere medievale, mentre l’intera struttura è incorniciata dalla scogliera che incombe alle sue spalle.

 

Visita la città...


Parco Naturale Regionale delle Madonie

Parco Regionale delle MadonieIl sistema montuoso delle Madonie (Madonìe), denominazione divulgata nel XVI secolo e, con ogni probabilità, riferita ai "luoghi alti della montagna" di Plinio - occupa un vasto territorio della parte centro-settentrionale della Sicilia.Propaggine centrale della catena appenninica siciliana, che si sviluppa dall'estremità occidentale di Capo San Vito a quella orientale dei Monti Peloritani, il complesso madonita annovera le vette più alte dell'Isola, ad eccezione dell'Etna, alcune delle quali, come Pizzo Carbonara, Pizzo Antenna grande, Monte San Salvatore, sfiorano i 2.000 metri d'altezza.

Visita la città...


Petralia Soprana

Petralia SopranaTranquilla e antica cittadina, fondata dai sicani o dai greci, se ne ha notizia almeno dal III secolo a.C., quando passò dal dominio cartaginese a quello romano, è situata a un’altitudine di quasi 1150 m(è il paese più alto delle Madonne), su una sporgenza di un altopiano ammantato di boschi, e ha mantenuto il caratteristico e suggestivo assetto urbanistico medievale, con le viuzze sinuose fiancheggiate da chiese e palazzi nobiliari e i fioriti cortiletti interni.

Visita la città...


Gangi

GangiEntro i confini della provincia di Palermo s’incontra Gangi che forma un ponticello simmetrico a forma di guscio di tartaruga in cima al solitario Monte Marone, a un’altitudine di oltre 1000 m.
Questo grosso paese montano ha conservato l’impianto medievale delle origini, caratterizzato da pittoreschi vicoli ciechi di impronta araba e da viuzze tortuose fiancheggiate da semplici case in pietra.

 

Visita la città...


Sperlinga

SperlingaE’ uno dei paesini più interessanti, il nome deriva dal latino sperlunca, grotta, che si riferisce alle numerose abitazioni rupestri, vecchie di centinaia di anni, che perforano i pendii di arenaria sui quali è costruito il paese. In cima spunta inaspettatamente il formidabile castello merlato, una fortezza medievale e residenza baronale con magazzini, prigioni, sotterranei e stalle interamente scavati nella roccia, anche i gradini della lunga ripida e suggestiva scalinata d’accesso sono intagliati nella roccia.

Visita la città...


Villa romana del Casale

Villa Romana del CasaleDichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, è il più importante monumento di epoca romana di tutta la Sicilia. Si presume che la villa appartenesse a Massimiliano che fu imperatore insieme a Diocleziano(286-305 d.C.) da cui il nome di Villa Imperiale. Sebbene Particolare di Villa del Casaleesistano altre dimore che testimoniano lo sfarzo con cui amava circondarsi l’aristocrazia imperiale romana, la residenza del Casale si distingue per le sue dimensioni e l’incredibile estensione (3535 mq) dei mosaici policromi che ricoprono i pavimenti.

Visita la città...


Catania

Eruzione 1669Situata nelle zone più fertili dell’isola tra il mare Ionio e le pendici meridionali dell’Etna, dal cui cratere centrale dista solo 28 chilometri, Catania è la seconda città più grande della Sicilia e punto d’arrivo di molti turisti grazie alla presenza dell’aeroporto situato alle porte della città. Città animata e vibrante, con un’architettura grandiosa frutto della ricostruzione successiva al terremoto che nel 1963 devastò l’intera regione.


Visita la città...

 

Vota il contenuto di questa pagina - Punteggio da 1 a 5 1 2 3 4 5

Torna in cima alla pagina

Contributo Voto: 1,0 | Commenti (0) | Scrivi Commento

I nostri consigli

Last Minute Toscana

Sondaggio in corso

Nessun sondaggio in corso
Realizzazione Siti Web e Portali Verticali - Rel. 1.11