Il naturalista

PubblicitÓ

Sperlinga


Il castello di Sperlinga

E’ uno dei paesini più interessanti, il nome deriva dal latino sperlunca, grotta, che si riferisce alle numerose abitazioni rupestri, vecchie di centinaia di anni, che perforano i pendii di arenaria sui quali è costruito il paese. In cima spunta inaspettatamente il formidabile castello merlato, una fortezza medievale e residenza baronale con magazzini, prigioni, sotterranei e stalle interamente scavati nella roccia, anche i gradini della lunga ripida e suggestiva scalinata d’accesso sono intagliati nella roccia. Il panorama da questa altezza abbraccia un territorio bruno tipico di questa parte della Sicilia.

 

 

Storia e cultura

Sull’arco della seconda porta d’ingresso del castello, passato il vestibolo, si d istingue un’antica iscrizione latina:”Quod Siculis placuit sola Sperlinga negavit”, Ciò che piacque ai siculi la sola Sperlinga rifiutò, iscrizione che si riferisce al periodo in cui Sperlinga fu l’unico paese della Sicilia ad aprire le porte agli Angioini, sanguinosamente scacciati dalle altre città siciliane durante la guerra del Vespro nel XIII secolo; barricatisi dentro il castello, i francesi resistettero un anno prima di arrendersi. Subito sotto il maniero, un piccolo museo archeologico ed etnografico espone un’eterogenea collezione di oggetti storici recuperati nella zona, accanto a strumenti agricoli e utensili domestici.

 

Vota il contenuto di questa pagina - Punteggio da 1 a 5 1 2 3 4 5

Torna in cima alla pagina

Contributo Voto: 0,0 | Commenti (0) | Scrivi Commento

I nostri consigli

Last Minute Toscana

Sondaggio in corso

Nessun sondaggio in corso
Realizzazione Siti Web e Portali Verticali - Rel. 1.11