Il naturalista

PubblicitÓ

Petralia Soprana

Petralia SopranaTranquilla e antica cittadina, fondata dai sicani o dai greci, se ne ha notizia almeno dal III secolo a.C., quando passò dal dominio cartaginese a quello romano, è situata a un’altitudine di quasi 1150 m(è il paese più alto delle Madonne), su una sporgenza di un altopiano ammantato di boschi, e ha mantenuto il caratteristico e suggestivo assetto urbanistico medievale, con le viuzze sinuose fiancheggiate da chiese e palazzi nobiliari e i fioriti cortiletti interni.

 

Cosa vedere

Petralia SopranaQui nacque l’artista fra Umile da Petralia i cui crocifissi di legno dipinti sono sparsi nelle chiese di tutta l’Italia meridionale: il primo da lui scolpito è custodito nell’antica Chiesa Madre dei SS. Pietro e Paolo,, situata in Piazza Duomo, nella parte nord del paese , ricostruita nel Trecento e ampliata nel settecento. Nella parte meridionale, più alta del paese, superata la suggestiva Piazza San Michele con la sua chiesetta rinascimentale e poi Piazza Loreto, dominata dalla settecentesca chiesa di Santa Maria di Loreto, fiancheggiata da due eleganti campanili. Passando sotto un arco antico si arriva alla terrazza del Belvedere, una delle numerose terrazze ai margini del paese dalle quali si può ammirare vastissimi panorami sulle Madonne, Nebrodi e l’indistinta sagoma conica dell’Etna.

 

Vota il contenuto di questa pagina - Punteggio da 1 a 5 1 2 3 4 5

Torna in cima alla pagina

Contributo Voto: 0,0 | Commenti (0) | Scrivi Commento

I nostri consigli

Last Minute Toscana

Sondaggio in corso

Nessun sondaggio in corso
Realizzazione Siti Web e Portali Verticali - Rel. 1.11