Vacanze in Sicilia

PubblicitÓ

Salina


EolieL’antico nome di Salina, Didyme (“gemella”), si riferisce ai due coni vulcanici che conferiscono all’isola la sua forma caratteristica. Entrambi i vulcani, Monte dei Porri e il Monte Fossa delle Felci, sono estinti da tempo, ma le loro passate eruzioni, unite all’abbondanza di acqua hanno donato a Salina il terreno più fertile di tutto l’arcipelago. Le pendici dei monti sono verdeggianti, sull’isola crescono oltre 400 specie di piante, alcune delle quali endemiche, come la varietà di senecio e Limonium, e il manto arboreo di Salina, dove abbondano i pini, contrasta fortemente con i nudi dirupi delle isole vicine. Sono presenti anche esotici fiori violetti dei capperi e numerosi vigneti dai quali si ricava il vino malvasia, due coltivazioni molto diffuse i cui prodotti sono in vendita in tutta l’isola presso le abitazioni o le case coloniche. Queste due specialità eoliane sono prodotte in tutto l’arcipelago ma, mentre la coltivazione dei capperi è ancora fiorente ovunque, la produzione della malvasia langue, vittima del generale abbandono delle campagne, tanto che molto spesso il vino offerto nelle altre isole viene da Saline o è importato dalla Sicilia.

Informazioni utili

D’estate sono aperti dei chioschi di informazioni turistiche a Rinella, Malfa e Santa Marina Salina; nel resto dell’anno le informazioni turistiche sono reperibili all’ufficio turistico di Lipari.

  • Banca Antonveneta, Malfa via Provinciale 2,
  • Banca Antonveneta, Santa Marina Salina via Lungomare Notar Giuffe,
  • Carabinieri tel. 0909843019,
  • Farmacia Cucinotta, via Libertà,
  • Guardia Medica tel. 0909844005.

Vota il contenuto di questa pagina - Punteggio da 1 a 5 1 2 3 4 5

Torna in cima alla pagina

Contributo Voto: 0,0 | Commenti (0) | Scrivi Commento

I nostri consigli

Last Minute Toscana

Sondaggio in corso

Nessun sondaggio in corso
Realizzazione Siti Web e Portali Verticali - Rel. 1.11